Siete qui:: News
Archivio News

Archivio News

 

Martedì 10 dicembre, alle ore 20.30 in Sala Mozart, si terrà il concerto Idée fixe, evento finale del corso di Alta Composizione Musicale tenuto dal M° Azio Corghi e dal M° Mauro Bonifacio. L'Ensemble FontanaMIX, Marco Ignoti, clarinetto/clarinetto basso, Sebastiano Severi, violoncello, Walter Zanetti, chitarra/chitarra elettrica e Stefano Malferrari, pianoforte, eseguirà musiche di Luisa Antoni, Irene Calamosca, Annachiara Gedda, Pietro Magnani, Diana Montanari, Paola Samoggia, Federica Volante. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

A 150 anni dalla morte Hector Berlioz – quale piccolo tributo e rifermento alla sua opera e alla sua figura – abbiamo chiesto ai compositori iscritti all’Accademia Filarmonica di misurarsi con il concetto di idée fixe all’interno di una forma musicale.

Berlioz – autore, a metà Ottocento, di un lavoro tecnico-teorico fondamentale come il Grande trattato di strumentazione e orchestrazione – ha disseminato le sue composizioni di innovazioni tecniche e musicali (nuove combinazioni timbrico-armoniche, nuove invenzioni ritmiche, disposizione spaziale degli strumenti) in un’utopica visione capace di fondere poesia, spiritualità, nobiltà d’espressione insieme al senso del grottesco e del demonico.

Idée fixe, in psicologia, potrebbe far riferimento a un’ossessione, un disturbo ossessivo-compulsivo. Che cosa può significare oggi in una composizione nuova? Quali stimoli creativi può suscitare in un compositore attuale e quali nuovi rapporti possono essere indagati fra la ricorrenza/ripetizione di un materiale, la sua immagine in temini di suono e la direzionalità di una forma musicale che vive nel tempo?

Sette compositori, ognuno portatore di una propria originale lettura di questo tema, ce lo rivelano nel concerto eseguito dall’Ensemble FontanaMIX.