Siete qui:: Giornate di studio / Felsina Cantatrice
Giornate di studio

Felsina Cantatrice

 

FELSINA CANTATRICE
La musica a Bologna e in Accademia fra il 1666 e il 1716
Convegno di studio a cura di Piero Mioli

12 e 13 novembre 2016
Sala Mozart dell'Accademia Filarmonica di Bologna

Nell'anno del suo VII giubileo, onorando ancora una volta la doverosa prassi del convegno o della giornata di studio, la Regia Accademia Filarmonica mette da parte le aperture tematiche che negli ultimi tempi l'ha portata a spaziare nella storia e nella geografia della musica europea (come dimenticare i lavori sul sinfonismo e sul pianismo, su Schönberg e su Skrjabin?); e preferisce considerare sé stessa, i primordi della sua attività, la sua cornice cittadina, i costumi, gli stili e gli autori del medio Barocco che l'ha vista nascere e prosperare. Dunque, dal 1666 della fondazione al 1716 di tre secoli fa: ecco l'arco temporale cui dedica l'undicesimo convegno di quella serie che ha visto e sta vedendo la pubblicazione degli atti nella collana Libreria Filarmonica (pubblicata dalla Pàtron di Bologna).
In due giornate, fissate per la metà di novembre e precisamente per il 12-13, i lavori prenderanno le mosse da una svelta panoramica sulla condizione storica, culturale, artistica e musicale di Bologna, per cominciare tosto ad approfondire alcuni temi generali: i fondamenti dell'Accademia, l'organaria, la liuteria, la coralità, la topografia musicale della città. Di seguito, la posizione di un maestro scomodo come Maurizio Cazzati, informazioni su alcuni generosi archivi di musica sacra, un chiarimento sulla figura canora del Tosi.
Il giorno successivo affronterà nella mattinata generi come la cantata e la messa, fenomeni come l'editoria, personaggi come il cantatista Gabrielli e il campioniere Monti. Nel pomeriggio, ecco due strumenti diversamente studiati: il celeberrimo violino e la più umbratile chitarra della Bologna barocca. Per finire, una sintesi: due studiosi “forestieri” che avranno preso atto dei lavori ragguaglieranno su analogie e differenze della “scuola” bolognese con le arcinote scuole romana e veneziana, e tre studiosi accademici, il presidente e due consiglieri d'arte, tireranno le fila della doppia giornata di studio, certo con numerosi elementi nuovi e auspicabilmente con la possibilità di una nuova visuale sulla grande musica del medio Barocco di Bologna.
In collaborazione con il Conservatorio “Giovan Battista Martini”, le due giornate termineranno con due concerti ben diversificati (esecutori docenti e studenti): uno vocale e uno strumentale, uno in Sala Bossi e uno in Sala Mozart.
Il titolo della manifestazione ricalca quello del famosa pubblicazione d'epoca che dava conto di un altro glorioso aspetto della creatività cittadina, la Felsina pittrice di Carlo Cesare Malvasia (Bologna, 1678).

Piero Mioli


PROGRAMMA

Sabato 12 novembre 2016
Ore 9.30 – 13, Conduce Piero Mioli, consigliere d'arte
Generalia
Piero Mioli, Muse attorno a Musica. Cinquant'anni di cultura cittadina
Romano Vettori, Fra capitoli, costituzioni e statuti: nascita e crescita dell'Accademia
Ida Zanini, Gli “aggregati” dagli elenchi d'epoca (1666-1800) al “formato” d'oggi
Mariarosa Pollastri, Il “fiorire” delle botteghe liutarie a Bologna. Artigiani e strumenti
Daniele Pascale Guidotti Magnani, Spazi “plurali” di musica sacra

Ore 14.30 – 18.30, Conduce il presidente dell'Accademia Loris Azzaroni
Archivistica
Pierpaolo Scattolin, Curiosità di scrittura nelle opere di Evilmerodach Milanta, maestro in S. Biagio a Cento
Michele Vannelli, Fonti per lo studio della prassi esecutiva nell’Archivio musicale di S. Petronio
Lars Magnus Hvass Pujol, Due Perti e un Predieri, maestri e compositori in cattedrale
Ivano Bettin, La cappella musicale di S. Francesco: nuove scoperte archivistiche
Mario Baroni, Domenico Gabrielli e la cantata di un violoncellista

Ore 20.30, Conservatorio “Giovan Battista Martini”, Sala Bossi
Cantate, Sonate & Divertimenti, concerto a cura di Enrico Gatti
Musiche di G.M. Bononcini, M. Cazzati, A.M. Bononcini, G.B. Vitali,
B. Bernardi e G. Bononcini
Esegue l'Ensemble Barocco del Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna

Domenica 13 novembre 2016
Ore 9.30 – 13, Conduce Piero Mioli
Musiche, affari e questioni
Sara Dieci, Acque, cardinali e condegne cantate
Franco Dell'Amore, Tra Bologna e Cesena: nuovi documenti sulla figura di Pier Francesco Tosi
Elisabetta Pasquini, Messe e salmi per S. Petronio: idola theatri da ridimensionare?
Giovanni Andrea Sechi, Domenico Maria Monti: virtuoso dilettante e campioniere dell’Accademia Filarmonica
Giulia Giovani, Gli editori musicali bolognesi e l'Accademia

Ore 14.30 – 18.30, Conduce Mario Baroni, consigliere d'arte
Dalla “camera” a una proposta
Paolo Paolini, Soavi concenti e armoniosi concerti sulla chitarra spagnuola
Giacomo Tesini, Corelli e oltre: del violinismo bolognese
Francesco Lora, Se si possa parlare di una scuola musicale bolognese
Luca Della Libera, Con la capitale: la scuola romana
David Bryant, Con la repubblica: la scuola veneziana
Loris Azzaroni, Mario Baroni e Piero Mioli, Per una conclusione: scuola fra le scuole